Chiesa e convento dell’Immacolata e S. Vincenzo

Nel cuore del Rione Sanità, a pochi passi dalla chiesa detta di S. Vincenzo e dal Ponte che domina la stessa via Sanità, puoi trovare una piazzetta dedicata al medesimo Santo Vincenzo Ferrer, da sempre caro alla gente del luogo.

Su questa piazzetta si affaccia un originale complesso architettonico, edificato verso la metà del 1700 (su progetto di Bartolomeo Vecchione) e composto dalla chiesa dedicata alla “Immacolata e S. Vincenzo” e dal palazzo-villa (con cortili e giardino interno), nato come convento in grado di ospitare fino a 250 orfanelle.

Oggi la Chiesa ospita il “Nuovo Teatro Sanità” e l’ex Convento è la sede dell’Associazione ONLUS “Crescere Insieme” che, con emblematica continuità storica, offre accoglienza e sostegno a chiunque abbia difficoltà legate a dipendenze o, in generale, a disagio sociale.

La Chiesa e l’ex Convento, insieme alle contigue abitazioni civili ottocentesche, danno vita ad un luogo, per molti versi, sorprendente. La Chiesa è un po’ arretrata, quasi volesse non togliere la scena alla facciata ed all’originale scala avvolta “a doppia rampa” dell’ ex Convento. Ma, se Ti avvicini all’edificio l’attenzione è catturata dalla scultura metallica di “arte povera” (scuola del Maestro Dalisi) che – sospesa a mezz’aria – rappresenta in forme moderne l’annuncio dell’Angelo all’Immacolata.

Se poi entri nell’ex Convento, Ti aspetti di trovare una classica struttura di ricovero. Invece – a questo punto del percorso – inizi a fare l’esperienza del microcosmo di sofferenza e speranza che, da circa 10 anni, è ospitato nell’edificio.

Accolto da Rosario Fiorenza (fondatore dell’Associazione “Crescere Insieme”) – o da uno dei suoi ragazzi – puoi visitare il giardino interno, dove si svolgono le attività comunitarie e di svago (c’è anche una pedana per gli spettacoli); da questo giardino si può accedere anche al laboratorio di arte presepiale e di ceramica, nel quale lavorano alcuni dei ragazzi ospitati. E’ un luogo dal fascino umano e popolare particolare, anche perché su di esso affacciano appartamenti privati i cui abitanti spesso partecipano, direttamente dalle loro case, alle iniziative organizzate dall’Associazione.

Inoltre, puoi chiedere di andare nei locali affidati alla stessa Associazione, al primo piano dell’edificio, dove vivono le persone accolte e dove si trova un vasto salone, dotato di un piccolo teatro, ed una tipica cucina nella quale “operano” le sorelle di Rosario.

Questa volta abbiamo parlato meno di storia ed arte, perchè valeva la pena dedicare più spazio all’atmosfera di questo originale luogo. Ma per scoprirne le emozioni, i dolori, le gioie, i suoni, i rumori e tant’altro, dovresti venire a passare almeno una giornata insieme a Rosario ed ai suoi ragazzi.

Bollini Qualità

Contattaci

NAPOLI inVITA sarà lieta di accompagnarTi a visitare questo ed altri luoghi di Tuo interesse. Per qualsiasi ulteriore informazione o per organizzare percorsi di conoscenza di Napoli e della Napoletanità, puoi contattarci cliccando qui.

Grazie per l’attenzione che ci hai dedicato.

Info

  • Per contatti con “CRESCERE INSIEME Onlus”: telefono: 0817413064, cellulare: 3384880652; e-mail: [email protected]; pagina FB: Crescere insieme di Rosario Fiorenza; sito per acquistare i prodotti del laboratorio: www.nonsolopastori.it.
  • L’Associazione Crescere Insieme accoglie, anche in maniera residenziale, minori a rischio, immigrati e persone con problemi di tossicodipendenza e alcolismo.
  • L’Associazione organizza anche, gratuitamente, corsi di laboratorio e di ceramica, specie per le persone accolte nella struttura.

Mappa

Ingrandisci mappa